>
Home>>Rubinetteria bagno

RUBINETTERIA bagno

Artwork

NoLita

Retrò

Un bagno funzionale, ma che sia anche bello e piacevole tiene conto di ogni dettaglio. Tra i tanti particolari che arredano la stanza da bagno, la rubinetteria occupa un posto di rilievo poiché viene utilizzata molto spesso e il suo buon funzionamento concorre al benessere quotidiano. La rubinetteria del bagno comprende quella dei lavabi, della doccia o di un'eventuale vasca e del bidet e la scelta è più vasta di quanto si potrebbe pensare. La varietà è data non solo dal design, che pure spazia dal classico al retrò, per finire in oggetti di fattura moderna e avveniristica, ma anche dalle prestazioni, dal sistema di montaggio e dai materiali.

Come scegliere la rubinetteria per il proprio bagno

Ciò che colpisce come prima impressione, quando si entra in un ambiente bagno che non si conosce, è lo stile della rubinetteria, oltre che quello dei sanitari. In questo campo la possibilità di accontentare i propri gusti è davvero molto ampia ed è possibile soddisfare preferenze ed esigenze a prescindere dal badget a disposizione. Rubinetti a manopola in stile antico, in inox spazzolato o rame, trovano posto nei bagni di abitazioni in cui tutto l'arredo è ispirato agli anni passati, mentre coloro che prediligono ambienti moderni possono deliziarsi con rubinetteria dotata di tecnologia all'avanguardia, come quelli dalle textures particolari per risultare estremamente piacevoli al tatto, o col flusso formato da decine di piccolissimi getti d'acqua. La qualità dei materiali determina la durata della rubinetteria e soprattutto la sua efficienza. Naturalmente, le parti usurabili come le guarnizioni possono essere sostituite e con questa opportunità la rubinetteria conserva nel tempo la piena funzionalità. Le grandi marche tengono in considerazione l'impatto ambientale e l'ecosostenibilità dei propri prodotti: acciaio inox e soffioni doccia che, per merito di una turbina al loro interno, accendono i led senza l'utilizzo di energia elettrica ne sono un valido esempio.

Mescolatore o miscelatore per la rubinetteria migliore

La differenza tra mescolatore e miscelatore è facilmente spiegabile. Il mescolatore utilizza due manopole, una per l'acqua calda e l'altra per l'acqua fredda: aprendole insieme e dosando i getti si ottiene la temperatura ottimale. Le due teste hanno colori differenti, blu per il freddo e rosso per il caldo. Le guarnizioni presenti nella testa si consumano, ma si sostituiscono con molta facilità. Il mescolatore è solitamente preferito nei bagni in stile retrò. Il miscelatore regola la temperatura tramite una sola leva, o manico, che spostato verso destra o sinistra aumenta o diminuisce il calore dell'acqua. Il vantaggio del miscelatore consiste nella maggiore praticità, ma anche nel risparmio dovuto al fatto che conserva la temperatura in memoria ed è più comodo da azionare. Alcuni miscelatori tra i più innovativi hanno un sistema antiscottature, comodo soprattutto se in casa ci sono bambini o persone anziane.

Installazione della rubinetteria da bagno

Sui sanitari, la rubinetteria può essere posizionata direttamente sul pezzo in questione, lavandino, bidet o vasca, oppure sul piano d'appoggio o a parete. Nel primo caso, i sanitari sono provvisti di uno o due fori a seconda del modello di rubinetto. Sul lavabo, l'altezza giusta è quella che consente di lavare comodamente le mani, mentre la profondità del beccuccio dovrà coincidere col buco di scarico. Una fontana più alta del necessario regalerà più spazio per lavarsi comodamente, mentre un beccuccio basso è più discreto. Volendo, si possono scegliere rubinetti azionati da raggi infrarossi che aprono l'acqua quando il sensore capta il movimento e funzionano con un'alimentazione ad elettricità o a pile. Piccoli accorgimenti come il limitatore di flusso e il miscelatore termostatico aiutano ad utilizzare la rubinetteria limitando gli sprechi.

Cosa controllare quando si sceglie la rubinetteria bagno

Nella vasta scelta che il mercato propone, occorre prestare attenzione ad alcuni particolari per essere sicuri di scegliere, oltre che un prodotto che soddisfi i propri gusti, anche un oggetto che sia piacevole da usare e duri a lungo. Materiali di qualità garantiscono la durata, ma anche la facilità di pulizia e per un prodotto che viene usato quotidianamente il dettaglio non è di poco conto. Occorre assicurarsi che le parti usurabili come le guarnizioni, le valvole o le teste siano facilmente reperibili nel caso si debbano sostituire. Tubi flessibili e guarnizioni devono essere di ottima qualità, per limitare al massimo la probabilità di perdite. C'è poi da considerare la praticità del modello, che sia disegnato in modo da non avere parti dove si possono accumulare depositi di calcare e controllare l'assenza di piombo o di altri materiali pesanti, potenzialmente nocivi. Infine, anche gli anni di garanzia offerti dal produttore possono fare la differenza poiché si va dai due anni come minimo, fino ai dieci anni per prodotti di pregio. La sigla C3 serve a certificare che il rubinetto che la possiede è stato creato con attenzione al risparmio d'acqua. La stanza da bagno è un luogo dove prendersi cura di sé ed ogni particolare contribuisce a renderla ideale per ritrovare benessere e relax. La rubinetteria bagno scelta con cura è un dettaglio tutt'altro che trascurabile, capace di fare la differenza.