Designer

MARC SADLER

Si è laureato nel 1968 all'Ecole Nationale Supérieure des Arts Décoratifs a Parigi, a conclusione del primo corso di «design industriale». Da subito dedito alla sperimentazione con le materie plastiche, all'inizio degli anni '70 mise a punto il primo scarpone da sci in materiale termoplastico, poi industrializzato dall'italiana Caber. Oggi collabora continuativamente con importanti aziende nel settore dell'arredamento, dei piccoli e grandi elettrodomestici, dell'illuminazione, dei prodotti più tecnici, oltre che ancora fortemente impegnato nel settore dello sport con collaborazioni più che ventennali. Alcuni riconoscimenti ricevuti nel corso degli anni: "Design Plus" (Frankfurt) – 1995 – per box Apotheos di Albatros; "Compasso d'Oro" ADI (Milano) – 1995 – per lampada Drop di Flos; "Auszeichnung für Gutes Design" (Hannover) – 1996 – per lampada Drop2 di Flos; "Créateur de l'Année" (Paris) - 1997; "Compasso d'Oro" ADI (Milano) – 2001 per le lampade Tite e Mite di Foscarini; "Design Plus" (Frankfurt) – 2001 – per bilancia da cucina Grammy di F.lli Guzzini; "Auszeichnung für Gutes Design" (Hannover) – 2007 – per lampada Twiggy di Foscarini; "Compasso d'Oro" ADI (Milano) – 2008 – per libreria Big di Caimi Brevetti; "Segnalazione Compasso d'Oro " ADI (Milano) – 2008 – per lampada Twiggy di Foscarini. Il suo Motorcyclist's Back Protector (paraschiena disegnato per Dainese) è nella collezione permanente di design del MOMA di New York e la Mite di Foscarini fa parte della collezione design del Beaubourg di Parigi.

MASSIMILIANO CICCONI

Nato a Civita Castellana nel 1961 approfondisce i propri interessi per il disegno e le tradizioni ceramiche del territorio presso l'Istituto Statale d'Arte Ceramica di Civita Castellana, dove inizia giovanissimo a confrontarsi con le problematiche dei materiali ceramici nel contesto di un polo industriale importante. A Roma presso l'Accademia delle Belle Arti si specializza in Scenografia e inizia a insegnare materie artistiche. Fra Roma e Civita Castellana inizia un'attività di consulenza a fianco di studi di progettazione e design. Nel 1997 inizia la collaborazione con aziende del gruppo Colamedici: COLAVENE, COLACRIL, COLBAM. Nel 2000 con la progettazione della serie Qube per AXA intraprende un percorso che lo vedrà protagonista nel "Dare forma" (Shaping Ceramic) alla ceramica AXA con numerose varianti di lavabi abbinabili a Qube e una seconda serie Rond complementare e di grande flessibilità. Dal 2003 collabora con WHITE STONE, la nuova nata del gruppo Colamedici, disegnando vari lavabi d'arredo di notevole successo. Diversificando il percorso tra, design industriale e, grafica pubblicitaria, arriva nel 2006 a progettare la K-ONE, nuova linea di sanitari per AZZURRA CERAMICA; distinguendosi sempre per ricerca innovativa e forte personalità. dal 2007 inizia la collaborazione con le nuove direttive di KERASAN, in alcuni progetti di ampia versatilità.

ALFREDO ANZELLINI

Artisticamente attivo in campo nazionale e internazionale. Da alcuni anni è pervenuto a forme di sperimentazione connesse ai nuovi media dell'immagine. Lavora ibridando, in vario modo, tecniche foto-chimiche, elettroniche e digitali. Dal 2001 opera in "Camera Verde" centro culturale romano diretto da Giovanni Andrea Semerano. Mostre, libri, cartelle d'artista, cartoline, manifesti, testimoniano il tempo e il movimento, sviluppato editorialmente, tra il lavoro artistico e l'idea, culturale, che è alla base della "Camera Verde". In parallelo è lo studio del disegno industriale, dell'oggetto riprodotto in serie e dei "nuovi" valori estetici che gli oggetti seriali determinano. Interesse per i prodotti industriali creati, per le "forme" che continuamente utilizziamo e che colpiscono ad ogni minuto il nostro sguardo; una vera e propria simbiosi tra la forma di certi oggetti d'uso pratico e le creazioni dell'arte contemporanea. Ventennale è il rapporto di collaborazione con l'industria ceramica Kerasan con la quale realizza, insieme a suo figlio Simone, diverse serie di sanitari di punta come Ego, Flo e Retrò. Notevole impatto hanno avuto le sue opere "Strati di Senso", impresse sui piani in ceramica della serie Inka.

ROMANO ADOLINI

Architetto e Designer, Romano Adolini è nato in Nepi a dieci chilometri da Civita Castellana, 52 anni fa. Ha fondato il suo studio a Roma dopo la laurea nel 1982 in architettura all' Università "La Sapienza". Nell'area Viterbese ha sviluppato una particolare ricerca legata al territorio ed alle tecniche costruttive con l'uso del tufo, utilizzato in vari progetti. Dal 2000 inizia l'attività di design con alcuni progetti nel settore del bagno. Collabora con Boffi, Flaminia, Galassia, G.A.L., NIC design, OLI. Ha ottenuto diversi riconoscimenti e premi tra cui il Design Plus 2003 e due segnalazioni per il Compasso d'Oro per le edizioni 2003 e 2004 dell' ADI DESIGN INDEX.

STUDIO TRIPLAN

Alexander Duringer nasce nel 1964 in Uruguay, ma dal '69 si sposta a Colonia (Germania) dove completa i suoi studi ed inizia una intensa attività nel campo della comunicazione per importanti marchi internazionali. La curiosità per il nuovo e la voglia di sperimentare fanno crescere in lui l'amore per il design. Nel 1999 la vita sentimentale lo porta a stabilirsi in Italia, a Roma, dove vive stabilmente con la sua Famiglia. Stefano Rosini, classe 1967, vive con la sua famiglia nella Capitale, dove svolge i suoi studi laureandosi in Architettura all'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Dopo aver catturato i segreti dei grandi in molti importanti studi di architettura di Roma, nel 1997 iniziare l'attività di libero professionista svolgendo la propria attività nel campo delle ristrutturazioni e costruzioni per privati, e realizzando numerosi shops nella Capitale, con un attenzione sempre crescente per il mondo del design. Dalla combinazione delle loro diverse esperienze nasce la Triplan. I "tre piani di lavoro", che danno origine al nome dello studio, sono l'architettura, il design e la comunicazione. Lo studio della funzione, l'inserimento nel contesto quotidiano, la filosofia interpretativa nel tempo, la ricerca di nuovi obbiettivi per l'intero processo realizzativo e produttivo, nonché il superamento dei confini delle consuetudini sono alla base del lavoro della Triplan. RICONOSCIMENTI > Wallpaper Design Award, sezione runner up 2005, per la linea IO e Si della Ceramica Flaminia > Design Plus 2005, per la linea IO e Si della Ceramica Flaminia > Nominee per il design Index, per la linea IO e Si della Ceramica Flaminia > Nominee per il designpreis 2006, per la linea IO e Si della Ceramica Flaminia > Nominee per il design Index 2008, per il lavabo POT della Colavene

FABRIZIO BATONI

Fabrizio Batoni si laurea in architettura all'Università di Firenze e dopo aver maturato varie esperienze nel mondo del design e dell'architettura, apre, nel 1997, il suo studio a Colle di Val d'Elsa. Qui inizia le prime importanti collaborazioni nel mondo del design e i primi lavori di architettura, collaborando con diverse aziende nell'ambito dell'arredo bagno e dell'arredamento. L’esperienza e la metodologia acquisite nel corso degli anni si concretizzano nella sua progettazione che spazia dal design del prodotto all’architettura, tenendo sempre un occhio puntato alle esigenze dell'uomo e all'ambiente che lo circonda. Nel 2013 vince il Design Plus all’ISH di Francoforte con il progetto Monolite di Brandoni e viene selezionato dall’ADI Design Index per il Compasso d’Oro, sempre lo stesso anno vince il Cersaie Award con la progettazione dell’ allestimento del Gruppo Treesse. Nel 2014 riceve il premio Interior Innovation Award all’IMM di Colonia con il tavolo Mesavela per Resol. Nel 2015 vince il Red Dot Award con il rubinetto POP di Rubinetterie Zazzeri e con lo stesso progetto riceve A’ Design Award.

MARCO PISATI

Designer affascinato dai nuovi materiali e dalle nuove tecnologie, sperimenta le sue idee nei settori più estremi: da quello aerospaziale, disegnando per l'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) gli interni di moduli abitativi aerospaziali, in gravità zero, a quello terrestre "nomade", realizzando il primo esempio di ufficio nomade interattivo (motorhome ACI). Invitato ad esporre i suoi lavori alla Leopolda di Firenze ("Deep Inside"- Image) ha presentato con Grado Zero Espace, azienda leader nel settore del tessile aerospaziale, il prototipo di una giacca per astronauta in Diaplex (tessuto a memoria di forma). Ha vinto il Red Dot 2017 nella categoria “Product Design” con il prodotto “Lynea” progettato per Cordivari Design ed il premio speciale della giuria del German Design Awards 2016 nella categoria “Bagno e Benessere” con il prodotto “Color” disegnato per Gattoni Rubinetteria. Il suo approccio progettuale sperimentale lo porta ad avere come partner aziende molto diverse fra loro quali: Kerasan, Cordivari Design, Antonio Lupi, DND by Martinelli, Gattoni Rubinetterie, Glass Design per Dornbracht, Emilio Pucci (Gruppo Louis Vuitton), 3M Rubinetterie, Hego Waterdesign (Gruppo Paini), Ceramica & Complementi, K8 Radiatori, Glass Design, Bandini Rubinetterie, Il Bagno Bandini.