>
Home>>News>>Consigli>>Come pulire vasca da bagno

Come pulire vasca da bagno

Come pulire vasca da bagno

Esiste un rimedio formidabile contro lo stress, la fatica e le giornate storte: accendere delle candele profumate, mettere una musica rilassante come sottofondo e fare un bel bagno caldo. Defatigante, rilassante e ottimo antidoto al logorio della vita moderna, il bagno caldo è uno dei sistemi più economici e immediati per ritrovare il sorriso e il buonumore. La condizione essenziale però è che la vasca da bagno sia pulita e priva di macchie. Sembra semplice ma in realtà è un sanitario che spesso diventa preda di muffe, calcare e, a volte, anche della ruggine. Esistono però dei piccoli suggerimenti, semplici da utilizzare e rispettosi dell'ambiente, che possono aiutarci a mantenere pulita e in ordine la nostra preziosa vasca da bagno.

Come pulire la vasca da bagno: le pulizie giornaliere

La vasca da bagno necessita, come tutti i sanitari, di un'attenta pulizia giornaliera e di qualche attenzione in più. Se la vasca è piena di flaconi, spugne e accessori è difficile pulire bene e in fretta. Il primo passo quindi per un'ottima manutenzione giornaliera è liberare la superficie da oggetti inutili e riporli al proprio posto. Non solo l'ambiente apparirà immediatamente più ordinato, ma i bordi del nostro sanitario saranno liberi dai residui di shampoo e bagnoschiuma lasciati dai detergenti.

La vasca va risciacquata e asciugata con cura dopo ogni utilizzo, un'operazione fondamentale per togliere la schiuma residua. Per la pulizia giornaliera possiamo affidarci a uno dei tanti detersivi presenti in commercio oppure ricorrere a un prodotto naturale, economico ma super efficiente: l'aceto bianco. È un ottimo anticalcare, un eccellente sgrassatore e toglie ogni macchia senza rovinare le superfici. Utilizzarlo nel modo corretto è molto semplice, basta prendere uno spruzzino, riempirlo con pari quantità di acqua calda e aceto bianco e due gocce di detersivo per piatti ecologico. Questa soluzione va poi spruzzata sulla vasca e lasciata agire per un quarto d'ora. Trascorso questo tempo non dovete far altro che passare un panno morbido, meglio se in microfibra, e risciacquare con cura. L'odore dell'aceto non vi piace? Avete due soluzioni semplicissime a portata di mano. La prima è quella di acquistare l'aceto bianco di alcol, reperibile in qualsiasi supermercato, che offre gli stessi vantaggi dell'aceto di vino ma è quasi privo di odore. La seconda soluzione consiste nell'aggiungere nello spruzzino uno o due gocce del vostro olio essenziale preferito.

Come pulire la vasca in caso di macchie resistenti e calcare

A volte la pulizia quotidiana non basta perché la vasca bagno presenta delle macchie particolarmente resistenti, difficili da mandare via. La prima cosa da fare è non cedere alla tentazione di strofinare con forza la superficie perché si rischia di danneggiare irrimediabilmente lo smalto. Il bicarbonato di sodio è un alleato formidabile in questo caso perché ci dà la possibilità di creare una pasta efficace da applicare sulle singole macchie. Per realizzarla vi basta prendere una ciotola, versare qualche cucchiaio di bicarbonato e diluire con qualche goccia di detersivo per piatti ecologico, fino a ottenere una consistenza simile a quella del dentifricio. Questa pasta va spalmata sulla macchia e lasciata agire per 15 minuti. Per potenziare l'azione di questo detersivo fai da te non dovete far altro che spruzzare un po' di aceto bianco e lasciar agire. Risciacquate, asciugate con cura e ammirate il risultato!

Se le macchie sono molto ostinate potete provare a mescolare il bicarbonato con acqua ossigenata a 10 volumi in parti uguali. Il procedimento è quello descritto in precedenza ed è possibile ripetere l'operazione fino alla scomparsa dello sporco. Per togliere le macchie di calcare è sufficiente riscaldare un po' di aceto bianco e creare dei veri e propri tamponi, utilizzando vecchi asciugamani intrisi di soluzione e lasciati agire sulla macchia per almeno un'ora. La vasca da bagno presenta delle zone arrugginite? Niente paura, in questo caso utilizzate una pasta formata da polvere di borace diluita con qualche goccia di succo di limone. In alternativa, se non trovate il borace, potete ricorrere a un mix potente quanto innocuo per l'ambiente: sale e limone. Prendete del sale fino, diluitelo con qualche goccia di limone, applicate sulla macchia e lasciate agire per tutta la notte. Il mattino dopo sarà sufficiente strofinare leggermente con una spugna per togliere i residui di ruggine.

Non siete sicuri della natura della macchia sulla vasca? In questo caso ricorrete alle virtù detergenti del dentifricio. Spalmatelo sulla macchia e lasciate agire per qualche minuto. Alla fine strofinate leggermente con un vecchio spazzolino da denti e risciacquate.

Come pulire la vasca da bagno: le buone abitudini

Infine qualche buon consiglio che vi servirà per mantenere pulita e splendente la vostra vasca nel tempo:
1) non utilizzate i sali da bagno perché a lungo andare possono intaccare lo smalto della vasca
2) non utilizzate detergenti aggressivi o abrasivi
3) Prendetevi cura delle tubazioni, ripulendole dai residui e dalle incrostazioni semplicemente versando un litro di aceto bianco tiepido. Lasciate agire cinque minuti e fate scorrere un po'di acqua.