>
Home>>News>>Consigli>>Come arredare un bagno classico

Come arredare un bagno classico

Come arredare un bagno classico

Il bagno di oggi deve essere un ambiente sempre più intimo ed elegante, in grado di rilasciare serenità e relax. Dopotutto è proprio da lì che partono e terminano le nostre giornate. Tra le varie soluzioni di mobilio che il settore arredobagno propone vi sono tante alternative, ma uno stile che mai tramonta è quello classico.

Le caratteristiche di un bagno classico

Un arredobagno classico si distingue per avere linee stilistiche morbide e per utilizzare materiali che hanno il compito di rendere l'ambiente meno "asettico". Un bagno arredato in modo classico non preclude necessariamente l'installazione di docce e vasche da bagno innovative e moderne, a patto che l'estetica sia in grado di rispettare lo stile. Lo stesso vale per i sanitari, la rubinetteria e i lavelli. Un esempio tipico di bagno tradizionale potrebbe prevedere lavandini e sanitari in ceramica bianca, mobile in legno, accessori in acciaio oppure ottone, applique per disporre di almeno un punto luce focalizzato magari vicino allo specchio con cornice in legno. Le possibilità però sono anche altre, come possiamo vedere di seguito.

Le scelte dei mobili classici per il bagno

Il legno ha il compito di riscaldare l'ambiente e per questo motivo si devono preferire tinte marroni che vertono sullo scuro. I pomoli degli armadietti o dei cassetti si caratterizzano per essere in ottone oppure in ceramica, richiamando il colore bianco del lavandino (oppure in alternativa rosato), o il dorato a contrasto con il legno. Un mobile composto da due ante e da un paio di cassetti sarebbe l'ideale per riporre gli oggetti di uso comune. Per avere un tocco classico in più è possibile scegliere di installare a muro delle mensole oppure un mobile da parete con dei vani aperti e dei piccoli sportelli. Un cestino in vimini per riporre la biancheria può essere un'altra soluzione per donare all'ambiente uno stile ancor più classico.

I sanitari di un bagno classico

La scelta dei sanitari è fondamentale per un bagno classico. Le linee guida per avere un ambiente basato sulla tradizione prevedono l'installazione a terra. Nessun elemento deve essere sospeso, soluzione tipica di uno stile moderno. Anche la scelta dei colori contribuisce a formare uno stile classico: l'ideale è il bianco. Nello stile classico la preferenza va per la vasca da bagno piuttosto che per la doccia, anche se, in caso di spazi ridotti, quest'ultima appare certamente più comoda e razionale. Da preferire un box doccia elegante realizzato in plastica opaca, oppure un vetro satinato e con il piatto doccia rialzato o ad incasso. Un'alternativa è rappresentata anche dalla tenda, ma solo se scelta attentamente con colori pastello e senza troppe decorazioni. Il lavabo è ammesso anche con piantana, nonostante la soluzione odierna preferita prevede l'incasso in un mobile in legno.

I colori delle pareti e dei rivestimenti

Un bagno classico prevede le piastrelle possibilmente in colori chiari pastello oppure, al contrario, con tinte calde come l'arancione o il nocciola. Lo stesso vale per i muri, ma il soffitto deve rimanere bianco. Il pavimento può essere caratterizzato dalla presenza di tappeti in spugna oppure in cotone. Oggi si trovano anche colorati tappeti bagno in microfibra: tessuti e lavorazioni moderne ma che ben si adattano agli stili più classici. Attuale è la scelta della carta da parati da bagno: sono accettati i temi sobri, come righe e quadri oppure tinta unita, mentre stonano fortemente motivi grafici stravaganti come animali, giungla o di altro genere. Se ben realizzata, la carta da parati con dei disegni floreali rappresenta una buona variante. Il legno è ovviamente ammesso e con esso anche i suoi tipici colori.

La luce e gli accessori da bagno

Una finestra deve essere presente in un bagno tradizionale, il quale deve essere illuminato dalla luce naturale il più possibile. L'illuminazione artificiale deve contemplare luci calde (tendenti al giallo), con lampadine di media potenza, soprattutto nella zona specchio dove è possibili collocare anche un applique da parete o un piccolo punto luce sopra la cornice. Limitare l'utilizzo dei faretti e dei giochi di luce: meglio preferire un lampadario con plafoniera al centro e una luce nella zona lavabo. Solo se il bagno è grande è possibile illuminare con una seconda plafoniera la zona della doccia o della vasca. Per quanto riguarda gli accessori da bagno, per lo stile classico materiale preferito è l'ottone oppure l'acciaio dotato di rivestimento cromato. Questo perchè tali materiali creano un effetto contrastante con i colori dell'ambiente, ma, al tempo stesso, donano eleganza e tono, oltre a praticità. Porta rotolo, porta asciugamani, porta sapone (o dispenser), possono essere anche di forma particolare, ma non troppo vistosa e posizionati in posti pratici. Se viene previsto un piccolo pouf per appoggiare riviste o la biancheria per la mattina, meglio rivestirlo con un tessuto in cotone o lino.