Home>>News>>Quante tipologie di lavabi esistono?

Quante tipologie di lavabi esistono?

Quante tipologie di lavabi esistono?

Elemento indispensabile all'interno della stanza da bagno, il lavabo contribuisce in modo determinante a definirne l'identità. Si tratta infatti di uno dei primi oggetti che colpiscono lo sguardo appena ci accingiamo a superare la soglia della stanza e la scelta non deve mai essere sottovalutata. In occasione di una ristrutturazione bagno o quando siamo davanti alla necessità di arredare il bagno di una casa appena acquistata è importante.

Rotondi, quadrati, ovali o rettangolari, i lavabi bagno possono essere suddivisi a seconda della loro tipologia di installazione in:

  • sospesi
  • da appoggio
  • da incasso 
  • da semincasso
  • su colonna

Il lavabo sospeso è la soluzione salva spazio ideale per l'arredo bagno di design. L'installazione a parete consente di donare un senso di leggerezza alla sala da bagno grazie al sanitario che si sprigiona direttamente dalla parete. L'effetto ottico è così eccellente, così come la funzionalità e la praticità: non avendo la colonna questi lavabi lasciano il pavimento completamente libero e quindi più facile da pulire.

Difficile resistere al fascino indiscusso di un lavabo da appoggio, posato su eleganti top in legno o su mobili prestigiosi e multifunzionali. Questa soluzione di tendenza riscuote sempre più consensi da parte di interior designer e privati che vogliono donare alla loro stanza da bagno un look esclusivo. La base su cui poggia il lavabo può essere un piano lineare, che lascia spazio a molti accessori bagno utili per la toilette, oppure un mobile, che scelto con cassettiere o vani ampi riuscirà a contenere la biancheria per il bagno e tanti piccoli oggetti indispensabili nella stanza tutta dedicata alla cura e al benessere del corpo.

Una soluzione simile a quella del lavabo da appoggio è rappresentata dal lavabo da incasso. Questo può essere collocato sia su un top che su un mobile o sulle gambe. Una soluzione di tendenza lo vede inserito all'interno di un mobile sospeso in legno dalle tonalità scure, che con il suo look dark riesce ad esaltare il bianco candore del lavabo in ceramica.

Simile al modello da incasso il lavabo a semincasso è generalmente di forma quadrata o rettangolare ed è progettato per un parziale inserimento nel mobile o nel top, fuoriuscendo leggermente. Il risultato finale è un effetto scenico speciale, che ben si sposa con il bagno di classe. Per donare una personalità spiccata al bagno moderno e offrire ampie possibilità di personalizzazione è possibile scegliere tra consolle delle stesse dimensioni del lavabo e mobili leggermente più larghi, in modo tale da avere anche lo spazio utile per quei piccoli accessori indispensabili per la toilette che tutti vorrebbero sempre avere a portata di mano.

Il lavabo su colonna è quello che da sempre troneggia nella sala da bagno. Si tratta infatti del modello più classico e tradizionale, che però oggi viene riproposto in forme nuove ed accattivanti. Capace di inserirsi con straordinaria disinvoltura nel bagno classico il lavabo su colonna tradizionale mantiene il suo fascino evergreen creando un abbinamento coerente con gli altri sanitari. La sala da bagno in stile vintage o dal look un po' retrò trova in questi elementi isolati e poggiati a terra il proprio complemento perfetto. A fianco alle tradizionali ciotole in stile minimal, che posano su colonne cilindriche e che si presentano con bordi di diverso spessore e forme rettangolari ammorbidite da angoli smussati, sono nati i lavabi monoblocco freestanding. Benché anche questi rappresentino delle soluzioni incolonnate che, partendo dal pavimento come unico blocco, vanno a donare funzionalità e carattere al bagno di design. Questi ultimi, con le loro forme monumentali, nascono con il preciso intento di collocarsi nella sala da bagno con un ruolo da protagonisti.